Catalogo

    Italia  

    Le migliori birre artigianali provenienti dall'Italia.

    Sotto-categorie

    • Almond'22

      Almond'22 brassa birre eleganti, diverse, dove la selezione importante delle materie prime, la passione e la competenza produttiva fanno la differenza.
      In questi 10 anni abbiamo affinato notevolmente le tecniche di brassaggio, ottenendo birre stabili e molto adatte all'affinamento in bottiglia.
      La prima fermentazione è in acciaio, la seconda in bottiglia, con un metodo che ricorda lo "champenoise".

    • Birrificio Lariano

      Tutto nasce dalla passione iniziale per la birra artigianale, fatta in casa per hobby. Due Amici ed ora diventati soci dell’azienda, Fulvio ed Emanuele, per lunghi anni hanno coltivato la loro passione nel farsi la birra nelle rispettive case. Le passioni portano alle sperimentazioni. Successivamente siamo entrati nel circuito degli homebrewer, frequentando anche quando era possibile i concorsi homebrewer. L’idea di concretizzare questa passione inizialmente era latente ma via via che il tempo passava diventava sempre più visibile la possibilità che diventasse realtà. E così poco dopo è iniziato lo studio di fattibilità per la creazione di una nuova impresa. L’idea iniziale si è concretizzata esattamente nel maggio del 2008, per essere più precisi il 19 maggio con la produzione della prima cotta di birra “in stile pils”.

    • Birrificio Rurale

      Le birre da noi prodotte sono ad alta fermentazione, crude (non pastorizzate), non filtrate e senza aggiunta di alcun conservante, un vero prodotto naturale in cui quei sapori e profumi oggi non percepibili nelle birre industriali vengano esaltati.

      Tutto questo con lo scopo di creare una produzione artigianale in cui si privilegi il rapporto tra noi che produciamo e voi appassionati consumatori, affinchè abbiate maggiore sicurezza sulla qualità delle materie prime e possiate godere di un prodotto vivo.

    • Cr/ak

      Ci siamo rotti, noi cuciniamo CR/AK. Abbiamo fondato il birrificio non convenzionale CR/AK in un periodo in cui l'industria ci propina brodaglie imbevibili. Disobbediamo agli schemi e ci ribelliamo alla monotonia. Produciamo birre anticonformiste che osano abbinare ingredienti inusuali a massicce dosi di luppolo, ma con un chiodo fisso: equilibrio e pulizia. La rivoluzione è possibile solo condividendo tutto questo con voi ai quali scorre luppolo nelle vene come scorre a noi.

    • Birrificio Hammer

      Hammer nasce nel 2015 dalla passione per la birra di Fausto Brigati, che accomuna tutta la famiglia e nella fattispecie lega i soci fondatori Roberto Brigati e Angelo Brigati con un grande obiettivo: “...FARE BIRRA DI QUALITA!“ Crediamo fermamente che la passione e l'amore della birra siano contagiosi. Ci auguriamo che chiunque provi la nostra birra si lasci trasportare dall'emozione della scoperta, diffonda e condivida il proprio pensiero.

    • Cane di Guerra

      Birrificio nato nel 2015 dall idea di Alessio "Allo" Gatti, birraio con esperienze professionali con diverse realtà italiane (Bruton, Birrificio del Borgo, Toccalmatto, Brewfist e Bad attitude). Da Gennaio 2015 parte con il proprio progetto ad Alessandria

    • Birrificio Italiano

      IN PRINCIPIO era un sogno. Un sogno latente, quello di Agostino, che non sapeva fare la birra ma già la desiderava. Un sogno fatto di birrerie ante litteram nate in paesi insospettabili della provincia Como, in cui nei primi anni ’80 giravano chicche, Bulldog, Martins Pale Ale, Courage Bitter, George Killian’s che nutrivano le scorpacciate di cricche di giovani.

      La prima cotta è fatta nei giorni dell’Università con orzo biologico maltato in casa, lievito del pane e una damigiana. Il risultato fa paura (nel senso che verrebbe da fuggir via!). Ne segue una seconda, poi una terza, e poi un’altra finché il padre di Ago non riesce a metterlo in contatto con Gianni Pasa, pioniere della birra italiana, diplomato Bräumeister in Germania ed in forze alla SIB di Aosta. I suoi insegnamenti diventano oro per Agostino e Mario, amico e compagno, fino a quel momento, soltanto di sventure. Nascono le prime birre vere… Birre da bere! Birre perfezionate con la pratica industriale presso la Von Wunster di Comun Nuovo (BG), con la stesura di una tesi sperimentale alla Poretti di Induno Olona, birre che si avvalgono dei consigli di maestri come Lorenzo Pilotto e il prof. Gaspare Volonterio, che migliorano attraverso i viaggi, zaino in spalla, a Marghera per caricare i malti, in Germania in giro per stabilimenti a fare pratica, e in Canada, finalmente, dove si fa spazio l’ossessione del brewpub.

      Brewpub che nasce effettivamente, a Lurago Marinone il 3 Aprile del 1996, primo in Lombardia e tra i primissimi in Italia; con una sala cottura da 200 litri realizzata su misura dalla OMAP di Sabbioneta, ed in programma la produzione di due birre ‘capostipite’ – Tipopils e Rossoscura.

      **

      IL PRIMO ANNO passa a rilento, Ago e Stefano, suo fratello e socio tra gli undici della Nuovo Birrificio Italiano srl., lo trascorrono tra una cotta e l’altra, a sbirciare la strada nella speranza che arrivi un qualche cliente… Speranza vana, il più delle volte.
      La birra non piace agli amanti della dorata ghiacchiata: è calda, sgasata, fa un sacco di schiuma e per di più per averla passano dieci minuti quasi, eh.

      Non ci sono i colossali alambicchi delle produzioni industriali: lo scetticismo del pubblico oscilla tra il “ma non è vero che ci fate la birra, qui!” ed il “ma questo è il forno per la pizza?” riferito alla caldaia di miscelazione; con picchi pindarici ai limiti del credibile (un anziano signore del paese arrivò in Birrificio con l’aria di quello che aveva scoperto la magagna: “eh, ma lo so, lo so io cosa fate! Non me le bevo mai le vostre birre! Ché lo so che ci mettete dentro l’acqua!”)…

      Ma qualche tempo dopo, tramite Flavia Nasini dello storico beer shop “A tutta birra” di Milano, arriva la svolta: i contatti con Kuaska e con la birra belga, l’incontro con altri pionieri dell’artigianale (Enrico Borio, Teo Musso, Davide Sangiorgi, Guido Taraschi, Stefano Sausa…), la nascita di Unionbirra, presto diventata Unionbirrai. Si fa sistema, si comincia a parlare di birra artigianale in Italia.

      E qualche tempo dopo, nonostante gravi crisi finanziarie, cinghie tirate, soci che abbandonano la nave, arrivano le soddisfazioni: chi arriva al pub non chiede più una bionda ma una Tipopils, si siede e aspetta molto volentieri la sua birra sgasata, torbida e calda. Vittoria!

      **

      TIPOPILS VA a gonfie vele, Rossoscura si estingue; soppiantata – è la legge del più forte – da una nuova, potentissima specie: nasce la Bibock. Arriva poi la Amber Shock, sulla base della prima ricetta casalinga di Ago e Mario, arrivano la Negra, la Prima e la Cassissona; nata da una lunga sperimentazione su lieviti da champagne e utilizzo della frutta. Nel ’99 è il turno della VuDù, Weizen Dunkel ispirata da un grande birrificio del Baden Württemberg, ed insieme arriva Mao – Maurizio Folli, fino ad allora cliente ‘storico’ del pub, da quel momento in avanti colonna della produzione. Insieme a lui giravano in quei giorni tra il bancone e le spine di Lurago Beppe e Roberto, i futuri BiDù; così come Danko, Giampa e Fabio (Lambrate)… Il nome cresce, la birra viaggia anche fuori dai confini nazionali, nel 2000 la sala cottura cresce fino ad ospitare i 700 litri. Entra in squadra Giulio Marini, il ‘Prof’, Agostino si occupa con Mao soltanto della produzione, Stefano del pub… C’è fermento. Sempre nel 2000 nascono la Fleurette, generata dal desiderio di leggerezza e dall’amore per Katia, e la Sciresona – la futura Scires – uno strano “intruglio” alle ciliegie selvatiche, una birra di fattoria stupefacente, mutevole e perenne.
      In seguito alla prima visita al Great British Beer Festival torna un’impetuosa voglia di Inghilterra: nasce Cinnamon Bitter, diventata appuntamento fisso di Gennaio per i nostri clienti.

      Nell’Ottobre del 2005 la crescita ci gioca un brutto scherzo: in seguito all’ampliamento della sala cottura ad una capacità di 20 ettolitri, le nostre birre accusano il colpo con una serie di problemi qualitativi… Che affrontiamo con spirito scientifico come spunto di crescita, imparando a conoscere più da vicino l’evoluzione di ciò che creiamo, a prevederne l’evoluzione, a creare le condizioni ideali perché il processo alchemico possa compiersi nella maniera più naturale e perfetta possibile. È il salto di qualità più grande mai compiuto – per ora – da Birrificio Italiano; che porta le nostre birre ad essere ciò che sono: buone da bere, sincere e sufficientemente costanti da tenere chiunque legato a loro… Con poche possibilità di fuggire!

    • Foglie d' Erba

      Forni di Sopra, anno 2008, Dolomiti Friulane… tutto nasce qui. E qui continuerà a svilupparsi, tra sperimentazione ed applicazione al servizio di quest’arte antichissima.

      Nel nostro laboratorio birraio dalla capacità produttiva di 2.000 litri di mosto al giorno, creiamo numerose specialità brassicole, senza compromessi nella scelta della miglior materia prima disponibile. Senza scegliere microfiltrazione, pastorizzazione o altri artifizi che aumenterebbero la shelf life dei nostri prodotti, ma diminuirebbero al contempo caratteristiche organolettiche e freschezza.

      La birra artigianale è una goccia di natura e dà il proprio meglio quando ne rispettiamo la stessa freschezza, attraverso l’accortezza nella conservazione e nel servizio, richiedendola in minor quantità, ma più frequentemente.

      Il nostro mastro birraio è Gino Perissutti, fornese di nascita, classe 1972.

      Da sempre amante della sperimentazione assennata, Gino rivisita stili tradizionali con personalità ed eleganza.”. Con queste motivazioni, nel 2011, è stato eletto da circa 50 esperti del settore, “Birraio dell’anno”, massimo riconoscimento a livello nazionale.

      Un birraio amante del proprio territorio, Forni di Sopra, immerso tra le Dolomiti Friulane, recentemente nominate “Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’U.N.E.S.C.O”. Ognuna delle sue birre racconta qualcosa di lui, dei suoi luoghi, delle sue passioni, del suo modo di vivere, di essere e di pensare. Ogni birra è per lui come un personale pensiero filosofico.

      Un mix di creatività, tecnica, ricerca ossessionante della perfezione e ingredienti del territorio, fanno delle sue birre espressione unica nel panorama brassicolo italiano.

      La mia birra ideale” – dice Gino – “è leggera, da bere facilmente, quasi senza pensarci. E, all’improvviso, quel taglio prepotente, una sorta di personalità, un carattere che non la può rendere normale o indifferente. Se una birra semplice e buona si fa ricordare e nello squarcio di pochi attimi spensierati mi strappa un sorriso e fa sembrare il resto del mondo migliore, so che anche quest’oggi ho ricevuto un piccolo momento speciale in regalo e ringrazio in silenzio i contadini che hanno seminato l’orzo o raccolto un luppolo così profumato.”

      Nel 2014, ci siamo ricollocati definitivamente nella nuova sede, qui a Forni di Sopra in via Nazionale 14, in una ex falegnameria, ristrutturata in modo preciso e sapiente per la nuova utilizzazione.

      Da sempre attenti al rispetto dell’ambiente, l’acqua calda è ottenuta mediante una caldaia che utilizza segatura delle vicine falegnamerie, abbattendo drasticamente l’utilizzo di gas.

      Il nostro laboratorio si compone di una sala di cottura avente un tino di ammostamento e un tino di filtrazione tipo “Spadoni micro birreria MBS 2000”, dalla capacità di circa 27,0 hl.

      Successivamente la birra prodotta viene inviata ad uno dei 5 serbatoi refrigerati per la fermentazione, 4 dalla capacità di 27 hl e uno dalla capacità di 30 hl.

      Per l’imbottigliamento ci serviamo di un’imbottigliatrice professionale mod. GAI 1301, e utilizziamo due tipologie di bottiglie, il formato da 33 cl e il formato da 75 cl.

    • Birrificio War

      WAR nasce con l’obiettivo di produrre una birra controcorrente che prende vita dalla nostra voglia di sperimentare.
      Noi siamo la ribellione, We Are Rising!

    • Vetra

      “Vetra significa controcultura, italianità e radicamento a Milano. Ma è un nome comprensibile anche all’estero. Forse è arrivato il momento di far capire che l’Italia non è solo buon vino, ma anche ottima birra artigianale”.

    • Birrificio Alveria

      Produciamo birra in modo artigianale, con un piccolo impianto che ci permette di seguire con precisione e con cura tutte le fasi del processo produttivo per offrirvi una bevanda di alta qualità, dove si trovano integre le caratteristiche delle materie prime che utilizziamo. Viviamo il birrificio come una fucina, un opificio che è anche luogo di aggregazione e scambio di idee con i nostri amici e clienti. Ci definiamo caparbi, al punto tale di aver scelto un asino a rappresentarci, perché siamo convinti delle nostre idee e produciamo quello che ci piace, senza farci influenzare dalle mode. Da buoni artigiani siamo in continua evoluzione e sperimentazione, per migliorarci e per creare nuove birre per il vostro e il nostro piacere.

    • Bionoc

      Birrificio trentino che offre una selezione speciale di birre Sour e a fermentazione spontanea arricchite con frutta selezionata: Asso di Coppe, nate dalla collaborazione col birraio Nicola Coppe.

    • Ritual Lab

      Ritual Lab è un giovane e davvero promettente birrificio romano nato dall'entusiasmo della famiglia Faenza. Persone dalla grande cordialità che declinano nelle birre della loro produzione la passione per la cucina, l'arte, la musica, con una tecnica pulita e convincente.

    • Birrificio Amerino

      Birrificio nato nel 2015 che si pone come "mission" la sperimentazione e la reinterpretazione di tanti stili di birra provenienti da tutto il mondo e anche, perché no, la nascita di un nuovo carattere personale, tutto Italiano.

    • Birrificio Italiano

    Ci sono 615 prodotti.
    per pagina
    Mostrando 1 - 9 di 615 articoli
    • Cane di Guerra

      33cl

      Ispirata ad uno dei più classici stili brassicoli europei, la Vienna Lager è una birra ambrata, di bassa fermentazione, dal sapore pulito. La luppolatura delicata lascia spazio a eleganti note di caramello ed ad un leggero sentore di tostato, conferiti dall’omonimo malto. Nonostante il buon tenore acolico, rimane birra di facile bevuta.

      Per prezzi e ordini devi eseguire l'accesso
    • Almond'22

      33cl

      Versione double pale ale della celeberrima Pink Ipa, più intensa,  ma sempre molto elegante, e con un corpo più robusto, preparata da Jurij Ferri per celebrare i 10 anni della iconica Pink Ipa. Davvero un'ottima birra! 

      Per prezzi e ordini devi eseguire l'accesso
    • Cane di Guerra

      33cl

      Birra tradizionale ceca dal color dorato carico, corposa e con note di malto che ricordano il sapore di cereali e di crosta di pane. Livello di amaro medio con un particolare aroma erbaceo conferito dal luppolo Saaz, utilizzato anche in dry-hopping. La fermentazione a basse temperature è seguita da una assai lunga maturazione a freddo.

      Per prezzi e ordini devi eseguire l'accesso
    • Ritual Lab

      33cl

      Straordinaria saison, lievemente acidula, elegantemente fruttata con netti sentori agrumati grazie all'utilizzo del mandarino siciliano.

      Per prezzi e ordini devi eseguire l'accesso
    • Birrificio Rurale

      33cl

      Birra dell'Anno 2014 (1° Classificata nella categoria 16 Chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione belga).

      Per prezzi e ordini devi eseguire l'accesso
    • Vetra

      33cl

      Un viaggio tra vecchio e nuovo mondo, tra malti caramellati e amaro deciso. Pronti a salpare! 

      Per prezzi e ordini devi eseguire l'accesso
    • Vetra

      33cl

      La forza di un motore che prende forma dalla ricerca di una nuova miscela di malti. Il luppolo ne tornisce uno stile inconfondibile. Il Cuore Rosso di Milano batte nel tuo boccale.

      Per prezzi e ordini devi eseguire l'accesso
    • Almond'22

      75cl

      La Maxima è caratterizzata da schiuma cremosa ed abbondante, tessitura vellutata e da un intenso colore oro

      Per prezzi e ordini devi eseguire l'accesso
    • Almond'22

      75cl

      Birra caratterizzata da un bel colore oro con riflessi aranciati. Brassata con alta percentuale di farro biologico che gli dona una percezione setosa e un sapore caratteristico. In fase di raffreddamento del mosto, viene aggiunto miele d'acacia biologico lavorato da apicultori abruzzesi. Il miele non viene sottoposto a trattamenti termici onde preservarne...

      Per prezzi e ordini devi eseguire l'accesso
    Mostrando 1 - 9 di 615 articoli